Salute, Santé

Gentile cittadino, cittadina,

nell’elenco sottostante troverete i nominativi dei medici iscritti all’ordine e del  personale paramèdico professionale, operante in regime di libera professione a Douala, a cui rivolgerlsi in caso di bisogno; e, nel caso in cui si accusino dei sintomi di malessere, i quali non devono mai essere sottovalutati.

Dr. Augustin Désiré NOUBISSIE medico generalista, N° ONMC 7044 C, “Centre Médical ADN”,  Bonamoussadì,  tel. 699 036 260; 672 725 979, desirenoubissie@yahoo.fr; lingue parlate: italiano, francese, inglese

Dr.ssa Silvia PIAVENTO, psicologa, specializzata in terapia della famiglia e della coppia, Cabinet à coté de la Direction Générale de MTN, Akwa, tel. 691 333 549, psychologiecouple.douala@gmail.com  lingue parlate: italiano, francese

Dr. Salam BAHSOUN, medico generalista, N°ONMC 511, “Polyclinique Bonanjo”, Bonanjo,  tel. 233 428 516; 699 911 410,  bahsounsalam@hotmail.com

Dr. Igor KOLESNIKOV, medico -chirurgo,  N° ONMC 3758, “Clinique Saint Ange”  Bonanjo, Douala  tel. 694 940 470, igorkolesnikov@list.ru, lingue parlate: francese, inglese, russo,

Dr. Yves MONKAM-MBOUENDE, cardiologo,  N° OMNC 1196, Hopital Général de Douala e “Centre Médical de Bonanjo, tel. 233 422 791; 699 932 816,  monkamy@yahoo.fr

Dr.ssa VDr. Guy SANDJON, ginecologo, fecondazione medicalmente assistita, N° ONMC 620,  “Clinique de l’aéroport”, tel. 695 002 499; 696 717 171, sandjonguy@yahoo.fr

Dr.ssa Vera YABEKO VITACKOVA, pediatra, N° ONMC 241, rue Dominique Savio Bonapriso tel. 699 926 690 yabekovavera@yahoo.fr

Dr.ssa Henriette MEILO, dermatologa, N° ONMC 3253,  “Centre Médical des Roseaux”, B.P. 5413, rue Dubois Saligny (alias rue Bebey Elame), Akwa, tel. 233 425 759; 650 829 100; 699 576 563; centremedicalroseaux@yahho.fr; meilobh@yahoo.fr, lingue parlate: francese, inglese

Dr. Pierre HKOPCHIEU, otorinolaringoiatra, N° ONMC 3254, “Centre Médical des Roseaux”, B.P. 5413, rue Dubois Saligny (alias rue Bebey Elame), Akwa, tel. 233 425 759; 650 829 100; centremedicalroseaux@yahoo.fr; lingue parlate: francese, inglese

Dr. Maurice VANDER SHUEREN, dentista, Consulato Onorario del Belgio, Avenue Charles de Gaulle,  Bonapriso, tel. 233 429 391; 699 910 243 mauricevanderschueren@yahoo.it, lingue parlate: francese, inglese

Dr.ssa Samantha FONDERSON, fisoterapista, chiropratica  “Clinique de l’aéroport” B.P. 4108 rue Meteo, Bonapriso tel. 653 051 355, doualachiro@gmail.com; http://www.doaulachiro.com; lingue parlate: inglese, francese, italiano

Mme Yolande MOLO, massaggio terapeutico, linfodrenaggio, rilassante, “Clinique de l’aéroport” B.P. 4108 rue Meteo, Bonapriso tel. 653 051 355, doualachiro@gmail.com; http://www.doaulachiro.com; lingua parlata: francese

Medico di riferimento dell’Ambasciata d’Italia per le visite di controllo finalizzate al rinnovo della patente:

Dr.ssa Suzie TETANG NDIANG, medico generalista, N° ONMC 4000, tel. 679 538 671 ndiangsuzie@yahoo.fr

 

 ASSISTENZA SANITARIA IN ITALIA DEI CITTADINI A.I.R.E.

I cittadini italiani che trasferiscono (o hanno trasferito) la residenza in uno Stato con il quale non è in vigore alcuna convenzione con l’Italia, quali il Camerun, perdono il diritto all’assistenza sanitaria italiana, sia in Italia che all’estero, all’atto della cancellazione dall’anagrafe comunale e della iscrizione all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero), fatta eccezione per i lavoratori di diritto italiano in temporaneo distacco. In conclusione, l’iscrizione all’AIRE o il diritto di voto in Italia, non aprono un diritto all’assistenza sanitaria in Italia.

 Tuttavia, ai sensi del DM 1.2.1996 (*), ai cittadini con lo stato di emigrato ed ai titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani, che rientrino temporaneamente in Italia, sono riconosciute, a titolo gratuito, le prestazioni ospedaliere urgenti e per un periodo massimo di 90 giorni per ogni anno solare, qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa, pubblica o privata, per le suddette prestazioni sanitarie.

Per ottenere le prestazioni ospedaliere urgenti è necessario presentare:

un attestato rilasciato dal competente Consolato inerente lo stato di emigrato

oppure

sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui si dichiara, oltre al proprio stato di emigrato, che non si è in possesso di una copertura assicurativa contro le malattie, pubblica o privata.

Attenzione: le norme che regolano l’assistenza sanitaria sono  anche materia della giuriprudenza regionale, pertanto si consiglia di rivolgersi presso gli Assessorati regionali e provinciali della Sanità, nonché agli uffici estero delle ULSS.

Norme diverse riguardano i cittadini italiani – e i loro famigliari – con attivitá di lavoro all’estero, assicurati contro le malattie a carico del Servizio Sanitario Nazionale, come individuati dall’art. 2 del DPR 618/1980 (**), i quali, per usufruire delle prestazioni sanitarie in occasione del loro temporaneo rientro in Italia, debbono premunirsi di un apposito attestato rilasciato dall’Ufficio consolare.

Per ulteriori informazioni consultando il sito del Ministero della Salute: http://www.ministerosalute.it)

FONTI NORMATIVE

(*) Art. 2, comma 2, del Decreto del Ministero della Sanità 1 febbraio 1996  “Determinazione delle tariffe relative alle cure urgenti ospedaliere prestate dal Servizio sanitario nazionale ai cittadini italiani e stranieri non assicurati” (in Gazzetta Ufficiale n. 119 del 23.5.1996):

 “Ai cittadini italiani residenti all’estero, titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani o aventi lo status di emigrato, certificato dall’ufficio consolare italiano competente per territorio, le prestazioni ospedaliere urgenti sono erogate a titolo gratuito e per un periodo massimo di novanta giorni nell’anno solare, qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa,  pubblica o privata, per le suddette prestazioni sanitarie.”

 (**) Art. 2 del Decreto del Presidente della Repubblica 31.7.1980, n. 618 “Assistenza sanitaria ai cittadini italiani all’estero” (in Supplemento Ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 275, del 7.10.1980)

 “L’assistenza di cui all’art. 1 (= l’assistenza sanitaria ai cittadini italiani all’estero, ed ai loro familiari aventi diritto, per tutto il periodo della loro permanenza fuori del territorio italiano connesso ad una attività lavorativa, compete allo Stato…) viene erogata, fatte salve le norme in materia contenute in accordi bilaterali o multilaterali tra l’Italia ed altri Stati:

 A) ai cittadini italiani iscritti negli elenchi di cui al terzo comma dell’art. 19 L. 833/1978 (= iscritti negli elenchi delle ASL), i quali svolgano attività lavorativa all’estero, qualora tali soggetti non godano, mediante forme di assicurazione obbligatoria o volontaria, di prestazioni garantite da leggi locali o di prestazioni fornite dal datore di lavoro, o i livelli di tali prestazioni siano palesemente inferiori a quelli stabiliti ai sensi dell’art. 3 L. 833/1978 (= i livelli standard italiani), purchè appartenenti alle seguenti categorie:

1) cittadini occupati temporaneamente all’estero alle dipendenze o in rapporto di compartecipazione o di associazione con imprese o datori di lavoro, ivi compresi i ministri del culto cattolico o di altri culti che svolgano attività connesse al proprio ministero, i religiosi e le religiose del clero che svolgano attività lavorativa presso terzi, i collaboratori familiari al servizio personale di agenti o funzionari delle rappresentanze diplomatiche o consolari;

2) lavoratori autonomi ivi compresi i liberi professionisti, che svolgano all’estero un’attività lavorativa per periodi di tempo limitato;

3) titolari di borse di studio presso Università o fondazioni estere;

4) lavoratori all’estero, temporaneamente disoccupati, sempre che tale condizione risulti da attestazioni rilasciate dai competenti uffici di collocamento dello Stato estero;

5) cittadini temporaneamente all’estero titolari di pensione corrisposta dallo Stato o da istituti previdenziali italiani;

6) familiari dei soggetti di cui ai precedenti numeri che seguano il lavoratore all’estero o lo raggiungano anche per brevi periodi.

 B) ai cittadini italiani, dipendenti pubblici, con attività di servizio all’estero ed in particolare:

1) ai dipendenti dello Stato, compresi i contrattisti italiani o stranieri nonchè agli impiegati locali di cui al RD 23/1943, anche se non pubblici dipendenti e ancorchè prestino la propria opera per missioni di breve durata presso rappresentanze diplomatiche, uffici consolari, delegazioni permanenti o speciali del Governo italiano all’estero, ovvero partecipino per conto del Governo stesso a commissioni, conferenze, trattative o riunioni fuori del territorio nazionale anche presso organismi internazionali;

2) al personale militare italiano, anche di leva, in servizio all’estero ed a quello imbarcato su navi o areomobili italiani, che abbiano bisogno di trattamento sanitario in territorio estero;

3) al personale docente o non docente, di ruolo e non di ruolo, compresi gli incaricati locali, in servizio presso le istituzioni scolastiche e culturali italiane all’estero;

4) al personale dell’Azienda autonoma delle ferrovie dello Stato che svolga attività anche temporanea di servizio fuori del territorio della Repubblica;

5) al personale degli enti pubblici che presti la propria opera presso delegazioni o uffici degli enti stessi all’estero;

6) agli esperti, ai tecnici ed al personale di cui agli artt. 17, 18, 21, 26 e 33 L. 38/1979, sulla cooperazione con i Paesi in via di sviluppo, salvo quanto previsto dall’art. 20, secondo comma, della legge stessa;

7) alle persone incaricate della direzione di uffici consolari nonchè agli esperti di cui all’art. 168 DPR 18/1967;

8) ai familiari dei soggetti di cui ai numeri precedenti, esclusi quelli dei contrattisti stranieri, che li seguano all’estero o li raggiungano anche per brevi periodi.” (omissis…)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...