Archivi categoria: Uncategorized

REBUS AFRICA

Gentile Utente,

scorrendo i grandi giornali europei mi sono soffermato su questo articolo pubblicato sul giornale tedesco “Die Welt” e riportato anche dal quotidiano “La Repubblica”. L’articolo si interroga sulle possibili ragioni del basso tasso dei contagi da Covid-19 in Africa: “Il pronosticato impatto terrificante del coronavirus in Africa non ha trovato conferma, i dati del contagio restano bassi, confronto ad altre Regioni. Come mai? E quali altri rischi corre il continente?”, si chiede il giornale tedesco. E formula cinque ipotesi. “1. Casi non denunciati possono essere superiori al previsto. Stando ai dati dell’OMS in Africa si è registrato solo il tre per cento dei decessi mondiali a seguito della pandemia, 41.000 morti”. “2. Età e luogo di residenza sono decisivi. Più del 60 per cento degli africani hanno meno di 25 anni, solo il tre per cento superano i 65.

Non sorprende che i malati di Covid-19 siano più giovani in Africa che in altri continenti e che l’infezione molto spesso abbia un decorso più mite. Più del novanta per cento dei casi registrati nell’Africa subsahariana riguardano pazienti sotto i sessant’anni e l’ottanta per cento di tutti i casi sono asintomatici”.  “3. Ciò nonostante molti interrogativi restano senza risposta. La maggior parte dei paesi africani ha reagito con tempismo. E in paesi come Nigeria, Liberia e Congo, le autorità hanno messo a frutto l’esperienza maturata nella lotta al virus Ebola e ad altre malattie infettive.

Ma neppure i massimi esperti sanno dare spiegazioni chiare sui motivi dell’andamento relativamente blando dell’epidemia nella maggior parte dei paesi africani. Il sudafricano Shabir Madhi, uno degli immunologi più famosi del continente, ipotizza che altri coronavirus precedentemente in circolazione abbiano contribuito a creare un’immunità di gruppo”. “4. Troppo presto per dare il cessato allarme. Per il momento non è in previsione per l’Africa una seconda ondata pari a quella che sta vivendo ora l’Europa. Il Centro africano per il controllo e la prevenzione delle malattie (Africa CDC) ha comunicato un aumento dei nuovi casi pari solo al 4%. Però in paesi come il Sudafrica, l’Uganda e il Kenya, i contagi sono in aumento, in Sudafrica i ricercatori allertano sul rischio di una seconda ondata”. “5. Indirettamente è il continente più colpito.

A differenza dell’Europa, la maggior parte dei paesi africani hanno posto fine al lockdown della prima ondata quando i contagi erano ancora in aumento soprattutto per motivi economici. Secondo le stime della Banca mondiale, in Africa altri 43 milioni di individui potrebbero cadere in estrema povertà per le conseguenze economiche della pandemia. In molti paesi africani sono stati azzerati i progressi nella fornitura di energia elettrica, quest’anno saranno 13 milioni in più gli individui privi di accesso a questa risorsa così importante per l’economia e la scuola. I prezzi dei generi alimentari aumentano, i governi tagliano in molti luoghi i buoni benzina, e alla Sanità pubblica scarseggiano ulteriormente i mezzi”.

Buona lettura!

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

23-29 NOVEMBRE. SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO

Gentile Connazionale,

Le riporto il comunicato di S.E. Marco ROMITI avente come oggetto la V EDIZIONE DELLA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO, che si celebra in questa settimana:

“La Vème Édition de la Semaine de la Cuisine Italienne dans le Monde va se dérouler du 23 au 29 novembre 2020 avec le thème «Savoirs et Saveurs des Terres italiennes, à 200 ans de la naissance de Pellegrino Artusi ».

Cent trente ans après sa publication, le manuel d’Artusi “La science dans la cuisine et l’art de bien manger” représente encore une étape fondamentale pour la culture gastronomique italienne, capable de rassembler et unir les traditions culinaires régionales de l’Italie. Le texte, qui a fait l’objet de nombreuses réimpressions et a été traduit en neuf langues étrangères, a toujours été un outil important pour la promotion de la cuisine italienne à la maison, en s’avérant d’une grande actualité même dans le contexte de l’urgence sanitaire.

La cuisine italienne est essentiellement un régime alimentaire méditerranéen, parfaitement équilibré. La Semaine en question permettra aussi de promouvoir la Diète Méditerranéenne comme modèle d’alimentation équilibrée, dix ans après son inscription sur la liste du Patrimoine culturel immatériel de l’Humanité par l’UNESCO.

En cette année si particulière sur le plan sanitaire, il ne sera pas possible d’organiser tous les événements de la Semaine de la Cuisine italienne comme pour les autres années.

Néanmoins, pour cette Vème Édition, nous vous invitons à nous suivre sur notre page Facebook « Ambasciata d’Italia à Yaoundé »,
sur laquelle nous allons publier des documents très intéressants sur la cuisine italienne et sur la Semaine en question, tels que ceux sur l’œuvre de Pellegrino Artusi.

En outre, dans la ville de Yaoundé, certains restaurants ont adhéré à l’initiative et proposent des menus spécifiques pour l’occasion:

Il Pastaio: Bastos (aux alentours de l’Eglise Orthodoxe) – Tél. et WhatsApp : +(237) 6 79 06 11 56 – https://web.facebook.com/ilpastaio.yaounde Livraisons à domicile.

Le Colisée : Bastos (face ancien Camtel) – Tél. : 6 57 77 77 71 / 6 76 86 86 86 – restaurant.le.colisee.cm@gmail.comhttp://www.lecolisee.cm – Facebook: Restaurant Le Colisée – Yaoundé

Nous souhaitons à toutes et à tous une très bonne Semaine de la Cuisine Italienne au Cameroun!
#ItalianTaste

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

IL SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA’ DIGITALE

Gentile Utente,

La informo sul Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), ovvero il principale strumento di identificazione online per il/la cittadino/a e le imprese con le Pubbliche Amministrazioni. Il sistema SPID permette di accedere in maniera semplice, veloce e sicura ai servizi online delle PA e dei soggetti privati aderenti con un’unica Identità Digitale.

Dal prossimo 28 febbraio 2021, come previsto dal “Decreto Semplificazioni”, per accedere al portale dei servizi consolari “Fast It” si dovranno utilizzare le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Se sei un cittadino italiano maggiorenne residente all’estero puoi richiedere le credenziali SPID iscrivendoti al portale di un Identity Provider abilitato per il riconoscimento (ad es. Sielte, Poste Italiane etc.). È necessario fornire un proprio documento di identità italiano valido, il proprio codice fiscale, un indirizzo di posta elettronica e un numero di cellulare. Il rilascio delle credenziali è gratuito, ad eccezione di alcune modalità di riconoscimento a pagamento.

Entro il 28 febbraio 2021 le Pubbliche Amministrazioni dovranno utilizzare esclusivamente le identità digitali e la carta di identità elettronica per identificare i cittadini che accedono ai propri servizi in rete. Da tale data non potranno più essere rilasciate altre credenziali tramite altri formulari di registrazione.

La procedura da seguire per ottenere lo SPID è indicata al seguente link: www.spid.gov.it/richiedi-spid

Fonte: Ambasciata d’Italia, Yaoundé: www.ambyaounde@esteri.it

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

MINISTERO DELLA SALUTE CAMERUNENSE. COVID-19: NUOVE DISPOSIZIONI PER I/LE VIAGGIATORI/TRICI

Gentile Connazionale,

nel salutarLa, La informo che il Ministero della Salute Camerunense ha emanato nuove norme, valide dal 29 ottobre 2020, contro la propagazione del Covid-19. Esse sono indirizzate ai viaggiatori e alle viaggiatrici provenienti dai Paesi ritenuti zona rossa.

In particolare i viaggiatori dovranno:

  • sottoporsi ad un ulteriore test di depistaggio al loro arrivo all’aeroporto di Douala e di Yaoundé
  • i viaggiatori ai quali sarà diagnosticato la positività riceveranno un protocollo di cure validate dal Consiglio scientifico per la salute pubblica
  • si ricorda che rimane obbligatorio avere il test PCR negativo prima della partenza.

Infine, Le allego la circolare dalla quale potrò evincere quanto riportato:  CIRCOLARE

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

PENSIONI: VERIFICA ACCERTAMENTI IN VITA

Gentile Connazionale Le segnalo che, a partire da OTTOBRE 2020, INPS e Citibank riprenderanno la CAMPAGNA DI VERIFICA DI ACCERTAMENTO IN VITA. Si informa, inoltre, che il CERTIFICATO DI ESISTENZA IN VITA E’ DISPONIBILE anche presso l’UFFICIO CONSOLARE di Douala.

Tutti/te i/le pensionati/te residenti in EUROPA, AFRICA e OCEANIA che non siano riusciti a completare la fase di verifica relativa agli anni 2019 e 2020 a causa dell’emergenza sanitaria avranno tempo fino al 5 FEBBRAIO 2021 per presentare le attestazioni di esistenza in vita. Coloro che non rispetteranno il termine di scadenza potranno riscuotere la rata di marzo 2021 in contanti presso le agenzie “Western Union” del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione e mancata presentazione dell’attestato di accertamento in vita, il PAGAMENTO DELLA PENSIONE SARA’ SOSPESO a partire dalla rata di APRILE 2021.

La seconda fase di verifica, relativa agli anni 2020 e 2021 per i pensionati residenti in Europa, Africa e Oceania si svolgerà invece da FINE GENNAIO 2021 alla PRIMA META’ di GIUGNO 2021. Coloro che non rispetteranno il termine di scadenza potranno riscuotere la rata di luglio 2021 in contanti presso le agenzie “Western Union” del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione e mancata presentazione dell’attestato di accertamento in vita, il PAGAMENTO DELLA PENSIONE SARA’ SOSPESO a partire dalla rata di AGOSTO 2021.

Restano esclusi dai controlli per il pagamento delle pensioni i pensionati che abbiano riscosso personalmente agli sportelli Western Union almeno una rata di pensione in prossimità dell’avvio del processo di verifica dell’esistenza in vita ed i pensionati che di propria iniziativa abbiano fornito a Citibank una valida certificazione di esistenza in vita con data recente.

Per maggiori informazioni, si rimanda al sito dell’INPS: https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=54144

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

TEST COVID-19 PER VIAGGIATORI/TRICI DA DOUALA

Gentile Connazionale,

La informo relativamente alle nuove disposizioni per coloro i quali/le quali dovranno partire dall’aeroporto dì Douala: essi/esse devono presentarsi presso il Centre D’Isolement dell’Ospedale di Douala muniti del biglietto di partenza per effettuare il test Covid-19, come si legge dall’avviso sottostante.

Buon viaggio!

6 commenti

Archiviato in Uncategorized

NOTA DI SERVIZIO

Gentile Connazionale,

La informo che dal 24 settembre 2020 all’11 ottobre 2020 sara’ operativa solo la segreteria consolare. L’ufficio consolare erogherà tutti i servizi consolari a partire da lunedì 12 ottobre 2020.

Un cordiale saluto

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

REFERENDUM 20-21 settembre 2020: VOTO IN ITALIA

 

 

 

 

 

 

 

Vice Consolato Onorario d’Italia

 

Gentile Cittadina, Cittadino,

La invito a leggere attentamente le seguenti informazioni sul REFERENDUM del 20-21 settembre 2020 per il quale non è possibile votare per corrispondenza. Le/i residenti in questa circoscrizione consolare potranno VOTARE in ITALIA ed ottenere il RIMBORSO del 75% del biglietto di viaggio.

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 17 luglio 2020, è stata fissata al 20 e 21 settembre 2020 la data del referendum confermativo popolare, che vedrà coinvolti anche i cittadini italiani residenti all’estero.

“Si informano le/i connazionali residenti nella Circoscrizione Consolare di questa Ambasciata che i Paesi compresi della medesima  (Camerun, Ciad, Guinea Equatoriale e Repubblica Centrafricana) rientrano tra quei Paesi nei quali, ai sensi dell’comma 1-bis dell’articolo 20 della L. 459/2001, non vi sono sufficienti condizioni tali da consentire l’esercizio del voto per corrispondenza. Gli italiani residenti nella predetta Circoscrizione Consolare potranno quindi votare esclusivamente in Italia, usufruendo delle agevolazioni previste ex art. 20, comma 2 della Legge 459 del 2001, che assicura il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio.

Si forniscono pertanto alcune indicazioni in merito al rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio per l’Italia per gli elettori residenti in Camerun, Ciad, Guinea Equatoriale e Repubblica Centrafricana.

1. I requisiti di base per avere diritto al rimborso sono unicamente l’avvenuto e comprovato esercizio del diritto di voto in Italia e la residenza (iscrizione in Elenco elettori della Sede o certificata iscrizione AIRE) in Stati in cui le condizioni politico-sociali impediscono, anche temporaneamente, l’esercizio del voto per corrispondenza, e quindi per questa Sede in Camerun, in Ciad, in Guinea Equatoriale o in  Repubblica Centrafricana

2. Il rimborso del 75% del costo del biglietto aereo puo’ essere applicato alle tariffe praticate da tutte le compagnie aeree, senza distinzione di vettore, privilegiando – per comprensibili motivi di economicita’ – i biglietti chiusi a tariffa agevolata. I titoli ammessi a rimborso sono esclusivamente quelli di classe turistica per il trasporto aereo e della seconda classe per i trasporti ferroviari e marittimi (art. 22 del DPR 2 aprile 2003, n. 104). Essi non sono cumulabili con altre agevolazioni.

3. La normativa in materia di voto all’estero non stabilisce termini precisi in materia di limitazioni temporali delle predette agevolazioni. Al fine di evitare contenziosi a posteriori, ferme restando le competenze degli Organi di Controllo, si ritiene che i biglietti ammessi al rimborso debbano avere una validita’ quanto piu’ possibile ravvicinata all’evento elettorale dal quale si origina il diritto al rimborso in questione.

4. Laddove non esistano voli diretti tra lo Stato di residenza e l’Italia, sono consentite delle soste, sempre nei limiti temporali sopra indicati e purche’ la durata delle stesse non incida sul costo del biglietto.

5. La documentazione giustificativa della spesa a corredo dell’apposita istanza (che l’interessato dovra’ presentare all’Ambasciata d’Italia a Yaoundé) sara’ costituita dal biglietto aereo, dalle carte d’imbarco e dal certificato o tessera elettorale con il timbro del seggio elettorale italiano. Nel caso in cui i mezzi di trasporto prescelti per recarsi in Italia siano la nave o il treno, i connazionali dovranno presentare a rimborso i rispettivi titoli di viaggio, opportunamente obliterati. Qualora dal titolo di viaggio (biglietto aereo, ferroviario o marittimo) non sia possibile dedurre l’importo effettivamente pagato, questo dovra’ essere dimostrato da apposita fattura rilasciata dalla compagnia di trasporti e/o dall’agenzia di viaggio.

La informo che L’UFFICIO CONSOLARE DELL’AMBASCIATA È A  DISPOSIZIONE PER OGNI ULTERIORE CHIARIMENTO, ANCHE ALL’ INDIRIZZO EMAIL:  consolare.yaounde@esteri.it.

Ulteriori e più generali informazioni sul referendum sono consultabili sul sito del MAECI: https://www.esteri.it/mae/it/servizi/italiani-all-estero/referendum-costituzionale-2020″.

Con cordialità

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

9 MAGGIO 2020: TRE DATE, DUE CELEBRAZIONI

Gentile Connazionale,

oggi 9 maggio 2020 la nostra Repubblica celebra due ricorrenze legate a tre date della nostra stroria contemporamea. La prima è il Giorno della Memoria delle Vittime del Terrorismo tra le quali figurano lo statista Aldo Romeo Luigi Moro ucciso a Roma il 9 maggio 1978 dalle Brigate Rosse e il giornalista Giuseppe Impastato ucciso a Cinisi il 9 maggio 1968 dalla Mafia. 

Le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: “Nel Giorno della Memoria”, che il Parlamento italiano ha voluto dedicare alle vittime del terrorismo, la Repubblica si inchina davanti alle vite spezzate dal fanatismo politico, dalle violenze di gruppi brigatisti e neofascisti, dagli assalti eversivi alle istituzioni democratiche e alla convivenza civile.

Tragicamente lunga è la sequela delle persone uccise negli anni di piombo: servitori dello Stato, donne e uomini eletti a simbolo di funzioni pubbliche, cittadini impegnati nella vita sociale, testimoni coerenti che non hanno ceduto al ricatto. Il legame della memoria rinnova e rafforza il sentimento di solidarietà con i familiari, ma richiama anche un impegno che vale per l’intera comunità.

Ricordare è un dovere. […].”

La seconda ricorrenza è la Festa dell’Europa: 70 ani fa, Robert Schuman, (29 giugno 1886 – 4 marzo 1963), allora Ministro degli Esteri francese, nato in Lussemburgo, con il cognome  e  con una cittadinanza tedeschi, pronunciò la dichiarazione con la quale propose la creazione graduale di una “federazione europea”.

La prima prima tappa fu la creazione della CECA, la “comunità del carbone e dell’acciaio”; la seconda, fu il Trattato di Roma con il quale venne costituita la Comunità Economica Europea, divenuta infine Unione Europea nel 1992.

IL TRICOLARE                                        BANDIERA EUROPEA

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Il 9 maggio 1950, Robert Schuman, uno dei padri dell’Europa, in una dichiarazione divenuta celebre, immaginava un continente unito sul piano economico e – in prospettiva – sul piano politico, per superare la pesante eredità della guerra e come punto di partenza di un ambizioso processo di integrazione fra Paesi.

Il cammino dell’Unione europea è passato attraverso fasi di fiducia e periodi di difficoltà, ma non venendo mai meno alla sua fondamentale promessa di pace, stabilità e prosperità per i popoli europei.

La visione di una generazione di intellettuali e uomini politici che per il bene comune della famiglia europea seppe superare divisioni antiche ci deve sostenere anche nelle attuali difficili circostanze.

Ci troviamo di fronte a una sfida che non ha precedenti per ampiezza e profondità, e dobbiamo saper dare risposte all’altezza di quella lungimiranza che, ancor oggi, rappresenta il patrimonio più prezioso che i Padri fondatori ci hanno lasciato in eredità.

Non è in gioco soltanto la risposta alla crisi epidemica, ma si tratta di un banco di prova fondamentale per il futuro dei nostri popoli e per la stessa stabilità del continente.

Il progetto europeo ha saputo dimostrare l’elasticità e la resilienza necessarie a propiziare fondamentali e positivi cambiamenti. È ora la volta, ineludibile, del rafforzamento della solidarietà politica dell’Unione.

Solo più Europa permetterà di affrontare in modo più efficace la pandemia – sfida di dimensioni realmente globali – sul piano della ricerca e della assunzione di misure per la difesa della salute e sul piano della ripresa economica e sociale. Saremmo tutti più in difficoltà se non potessimo disporre di quella necessaria rete di condivisione che lega i nostri popoli attraverso le istituzioni comuni.

Avvertiamo tutti la responsabilità di unirci nel sostegno alle vigorose misure di risposta alla crisi e alle sue conseguenze. Alle misure già decise e a quelle ancora da assumere.

Il cammino europeo ha prodotto enormi progressi, in questi settant’anni, verso quella “fusione di interessi necessari all’instaurazione di una comunità economica” immaginata da Schuman.

Ora l’emergenza in corso non fa che confermare l’urgenza di rispondere alle istanze di cambiamento espresse dai cittadini europei, per sviluppare ancora di più il “fermento di una comunità più profonda”.

Tessere le fila del nostro destino comune è un dovere al quale non possiamo sottrarci».

Viva l’Italia, Viva l’Europa!

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

NUOVO DPCM, FASE 2. NUOVO MODELLO PER L’AUTOCERTIFICAZIONE

 

Gentile Connazionale,

La informo che è stato pubblicato il nuovo Dpcm sulle misure per il contenimento dell’emergenza Covid-19 nella cosiddetta “fase due”.

Le novità introdotte decorrono dal 4 maggio per le due settimane successive.

L’art 4 del decreto contiene le disposizioni in materia di ingresso in Italia: rimane l’obbligo dell’autocertificazione e dell’isolamento fiduciario. Sugli spostamenti da e per l’estero, le regole restano invariate fino al 17 maggio.

Nuovo modello autocertificazione valido da maggio 2020

Testo del Dpcm 26 aprile 2020.Testo del Dpcm 26 aprile 2020.


Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized