COVID-19: NUOVE INFORMAZIONI UTILI PER ITALIANI RESIDENTI E TEMPORANEI

 

Gentile Connazionale,

Le trasmetto le indicazioni pubblicate sulla pagina Facebook dell’Ambasciata:

  • Consultare sempre il sito internet dell’ Ambasciata d’Italia in Camerun, www.ambyaounde.esteri.it
  • Per i connazionali temporanei che vogliono rientrare in Italia con un volo a pagamento, scrivere a consolare.yaounde@esteri.it
  • Per telefonare all’Ambasciata dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 17:00 chiamare il numero: + 237 222 20 94 74
  • Per le reali urgenze: +  237 677 70 96 31
  • Nel caso in cui sospetti di avere contratto in virus chiamre il 1510
  • Si protegga seguendo i consigli sanitari ufficiali, consultabili sul sito del Ministero della Salute, http://www.salute.gov.it, e mettendo in pratica la distanza sociale.

Buona giornata.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

COSA DEVO FARE SE RIENTRO IN ITALIA? DECRETO SULL’ AUTOISOLAMENTO

Gentile Connazionale,

Le ricordo il decreto firmato dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, firmato congiuntamente al Ministro della Salute, il quale prevede che tutte/i coloro che rientrano dall’estero devono comunicare la loro presenza al Dipartimento per la Prevenzione dell’azienda sanitaria competente e collocarsi in isolamento fiduciario per le due settimane succesive al rientro. Queste disposzioni sono in vigore fino al 25 marzo 2020.

 Il testo del Decreto Ministeriale 120/2020.

 

cont aerea

17 marzo 2020. Alla luce delle numerose richieste di rientro in Italia da parte di molti cittadini che si trovano all’estero, la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato un Decreto assieme al Ministro della Salute che obbliga all’autoisolamento, per i 14 giorni successivi al ritorno, per le persone che rientrano, anche se asintomatiche rispetto al COVID-19.

Il Decreto riguarda tutte le persone che tornano in Italia con qualsiasi mezzo di trasporto e che dovranno presentare una dichiarazione nella quale attestino di rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, oppure per motivi di salute. È, inoltre, obbligatorio comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria locale il proprio ingresso in Italia per avviare la sorveglianza sanitaria.

È prescritto, inoltre, che per chi va in autoisolamento e accusa sintomi COVID-19 sussiste l’obbligo di segnalare tale situazione con tempestività all’autorità sanitaria tramite i numeri telefonici dedicati.

L’autoisolamento non è prescritto a chi transita o sosta in Italia per comprovate esigenze lavorative, ed è comunque obbligato a uscire dal Paese entro 72 ore dall’ingresso. Tuttavia, per queste persone, è obbligatorio compilare una dichiarazione con la quale si comunica di essere in Italia per la comprovata esigenza lavorativa, e ci si impegna a segnalare, in caso di insorgenza di sintomi COVID-19, tale situazione al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria locale e a sottoporsi ad isolamento.

L’obiettivo del provvedimento è quello di contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus e prevenire la diffusione del contagio.”  Fonte: www.mit.gov.it.

Il Vice Consolato Onorario d’Italia Le porge un cordiale saluto

 

 

 

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

CENTRO STUDI INTERNAZIONALI: "LA MINACCIA DEL CORONAVIRUS ARRIVA IN AFRICA".

Gentile Connazionale,

Le segnalo l’articolo “La minaccia del Coronavirus arriva in Africa” pubblicato il 19 marzo 2020 dal Centro Studi Internazionali, redatto da Marco Di Liddo ed Emanuele Oddi.

Oggi, il Prof. Carlo Carraro, Presidente della European Association of Environmental and Resource ha affermato: “Il  processo di diffusione del Covid-19 è appena iniziato e ancora non possiamo sapere come questo crescerà e si diffonderà all’interno di altre zone climatiche. Penso ad esempio all’America Latina e all’Africa”. Di fatto, nell’ultima settimana si è registrato un rapido aumento dei casi di Covid-19. Dinanzi a tale realtà gli autori dell’articolo mettono in luce come, nonostante le misure di contenimento e l’esperienza nella gestione delle epidemie, alcuni fattori potrebbero favorire la diffusione del virus in queste aree.

Per leggere l’articolo: https://lnkd.in/dx93Dht

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

COVID-19. MINISTERO DELL'INTERNO: VADEMECUM PER L'USO APPROPRIATO DELLE MASCHERINE

Gentile Cittadina, Gentile Cittadino,

La invito a leggere attentamente il VADEMECUM  UTILIZZO MASCHERINE predisposto da un’agenzia formativa accreditata della regione Piemonte, che si ritiene contenga utili informazioni sull’utilizzo delle citate mascherine a beneficio di tutto il personale, anche al di fuori dell’attività lavorativa.

Buona informazione, buona salute.

VADEMECUM USO MASCHERINE

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

NUOVE DISPOSIZIONI APERTURA CONSOLATO

Gentile Connazionale,

La informo che dal 19 marzo 2020 fino a data da destinarsi il pubblico sarà ricevuto solo PREVIO APPUNTAMENTO la cui richiesta va inviata ai seguenti indirizzi: consolato.douala@email.it douala.onorario@esteri.it o telefonicamente. Questa disposizione ha lo scopo di tutelare maggiormente il pubblico e l’équipe dell’ufficio consolare rispetto alla diffusione del Covid-19.

Confidando nella Sua preziosa collaborazione,  Le porgo un cordiale saluto.

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

COVID-19.DISPOSIZIONI DEL GOVERNO CAMERUNENSE DAL 18 MARZO 2020

 

Gentile Cittadina, Cittadino,

Le rendo noto le restrizioni, decise dal Governo del Camerun, che entrano in vigore a partire da oggi 18 marzo 2020.

In particolare, esse dispongono la chiusura delle frontiere terrestre, marittime ed aree ed indicano il numero 1510 da chiamare nel caso in cui si spospetti di essere ammalati.

La invito, inoltre, a consultare regolamente il sito dell’Ambasciata d’Italia:  www.yaounde.esteri.it

del Ministero della Salute: www.salute.gov.it

dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità: www.who.int

Infine, La rassicuro nel comunicarLe che le Rappresentanze italiane in Camerun monitorano e collaborano costantemente la situazione. Un salutare saluto. Il Vice Consolato D’Italia.

DISPIZIONI 1

DISP 2

DISPO 3

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

COVID-19: INFORMAZIONI AI CONNAZIONALI E AGLI UTENTI

1_banner-image_portale_Coronavirus

Gentile Connazionale, Gentile utente,

Le inoltro una nuova comunicazione relativa all’emergenza COVID-19 pubblicata sullla homepage dell’Ambasciata d’Italia:

“L’11 marzo 2020 e’ stato emanato il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.

Informazioni dettagliate sulla normativa in vigore e risposte alle domande frequenti sono reperibili ai seguenti link:

Per la normativa di riferimento, anche in lingua inglese clicca qui.

Al seguente link dell’Ambasciata sono disponibili ulteriori informazioni per i viaggiatori sotto forma di FAQ.

I DPCM dell’8 e del 9 marzo 2020 sono reperibili a quest’altro link dell’Ambasciata.

La situazione in Camerun ed i consigli per i connazionali residenti sono resi noti al seguente link dell’Ambasciata.

Si raccomanda comunque di consultare il sito di Viaggiare Sicuri, prima di intrapredere qualsiasi viaggio: http://www.viaggiaresicuri.it

Per i richiedenti visti si segnala la seguente comunicazione”.


 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

COVID-19. NUOVE DISPOSIZIONI DELLE AUTORITA ITALIANE

 

Gentile Concittadina.o

La invito a visualizzare il comunicato che è stato pubblicato ieri sulla homepage dell-Ambasciata d Italia:

″In riferimento al COVID-19 (Coronavirus), si prega di attenersi scrupolosamente alle indicazioni pubblicate dalle Autorità italiane e locali in materia.

In data 9 marzo 2020 il Presidente del Consiglio ha firmato un nuovo DPCM recante misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19. Il provvedimento estende le misure di cui all’art. 1 del DPCM 8 marzo 2020 a tutto il territorio nazionale. Tali disposizioni producono effetto dalla data del 10 marzo 2020 e sono efficaci fino al 3 aprile 2020

In virtu’ di tali provvedimenti, in tutto il territorio italiano:

sono limitati gli spostamenti, salvo per motivi di urgenza debitamente giustificati (ritorno al luogo di residenza, motivi professionali o di salute): a questo link il modulo di autodichiarazione per gli spostamenti;

sono sospesi tutti gli eventi che implichino raggruppamenti di persone;

resteranno chiusi musei, palestre, cinema e tutte le attività scolastiche. I centri commerciali dovranno adottare misure preventive e rimanere chiusi nei fine settimana;

i bar e i ristoranti potranno rimanere aperti dalle 06.00 alle 18.00 solo se in grado di garantire una distanza minima tra le persone di almeno un metro.

In relazione a tale ultimo decreto, si precisa quanto segue:

le limitazioni introdotte non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno quindi entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli;

le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all’interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

Tutte le misure e loro aggiornamenti sono disponibili sul sito della Protezione civile, a questa pagina.

Ulteriori informazioni aggiornate in tempo reale su chi viaggia da e per l’Italia sono disponibili sul sito “Viaggiare Sicuri” della Farnesina, dove è anche pubblicato un focus speciale sul coronavirus.

Consigli per i viaggiatori e protocolli ufficiali italiani sono disponibili a questa pagina del Ministero della Salute”.

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

“AIUTIAMOCI L’UN CON L’ALTRO” IL VIDEO DI AMADEUS CON I CONSIGLI PER RIDURRE IL RISCHIO CORONAVIRUS

 

Comunicazione istituzionale del Ministero della Salute

 

2 commenti

Archiviato in Uncategorized

CORONAVIRUS. MISURE DI PREVENZIONE

 

1_banner-image_portale_Coronavirus

Si informa che, all’ora attuale, nessuna presenza di Corona virus è stata ufficialmente confermata in Camerun. Gli unici due casi ufficiali di (nCoV) in Africa sono uno in Egitto ed uno in Algeria.

1510  Numero Gratuito Camerun disponibile dalle 08:00 alle 16:00 tutti i giorni.

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus è il sito dedicato del Ministero della Salute, di cui si consiglia la regolare consultazione per INFORMARSI e PREVENIRE. 

 1. VIRUS E MALATTIA

Che cos’è un nuovo Coronavirus?

Un nuovo Coronavirus (nCoV) è un nuovo ceppo di coronavirus che non è stato precedentemente mai identificato nell’uomo. In particolare quello denominato SARS-CoV-2 (precedentemente 2019-nCoV), non è mai stato identificato prima di essere segnalato a Wuhan, Cina, a dicembre 2019.

Cosa è il SARS-Cov-2?

Il virus che causa l’attuale epidemia di coronavirus è stato chiamato “Sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2” (SARS-CoV-2). Lo ha comunicato l’International Committee on Taxonomy of Viruses (ICTV) che si occupa della designazione e della denominazione dei virus (ovvero specie, genere, famiglia, ecc.).

Che cos’è la COVID-19?

È la malattia respiratoria provocata dal nuovo Coronavirus denominata: “COVID-19” (dove “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata).

Quali sono i sintomi di una persona infetta da un Coronavirus?

Dipende dal virus, ma i sintomi più comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Quanto è pericoloso il nuovo virus?

Come altre malattie respiratorie, l’infezione da nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie. Raramente può essere fatale.

Generalmente i sintomi sono lievi ed a inizio lento. Alcune persone si infettano ma non sviluppano sintomi né malessere.

La maggior parte delle persone (circa l’80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Circa 1 persona su 6 con COVID-19 si ammala gravemente e sviluppa difficoltà respiratorie.

Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache. Al momento il tasso di mortalità è di circa il 2%. (Fonte OMS).

Quanto dura il periodo di incubazione?

Il periodo di incubazione rappresenta il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi clinici. Si stima attualmente che vari fra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

2. MODALITÀ DI TRASMISSIONE

Come si trasmette il nuovo Coronavirus da persona a persona?
Il nuovo Coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite:
  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi

In casi rari il contagio può avvenire attraverso contaminazione fecale.

Normalmente le malattie respiratorie non si tramettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto fra alimenti crudi e cotti.

Studi sono in corso per comprendere meglio le modalità di trasmissione del virus.

3. SUPERFICI ED IGIENE

Come si diffonde il nuovo Coronavirus?

Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto con le goccioline del respiro delle persone infette, ad esempio quando starnutiscono o tossiscono o si soffiano il naso. È importante perciò che le persone ammalate applichino misure di igiene quali starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavare le mani frequentemente con acqua e sapone o usando soluzioni alcoliche.

Quali sono le regole per la disinfezione / lavaggio delle mani?

Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono la chiave per prevenire l’infezione. Dovresti lavarti le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per almeno 60 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcool (concentrazione di alcool di almeno il 60%).

4. PREVENZIONE E TRATTAMENTO

Cosa posso fare per proteggermi?
  • lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni a base di alcol per eliminare il virus dalle tue mani
  • mantenere una certa distanza – almeno un metro – dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o se hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso col respiro a distanza ravvicinata
  • evitare di toccarti occhi, naso e bocca con le mani se si presentano febbre, tosse o difficoltà respiratorie e si ha viaggiato di recente in Cina o in caso di stretto contatto con una persona ritornata dalla Cina e affetta da malattia respiratoria.
  • Ricordare che esistono diverse cause di malattie respiratorie e il nuovo coronavirus può essere una di queste. Se ci sono lievi sintomi e non si è stati recentemente in Cina, rimanere a casa fino alla risoluzione dei sintomi applicando le misure di igiene, che comprendono l’igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l’uso e lavare le mani).
 

Si deve indossare una mascherina per proteggersi?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetta di aver contratto il nuovo Coronavirus e se ne accusano i sintomi o se ci si prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo Coronavirus (viaggio recente in Cina e sintomi respiratori). L’uso della mascherina aiuta a limitare la diffusione del virus ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.

5. MAGGIORI INFORMAZIONI

Sul sito dell’OMS

Sul sito Epicentro dell’Istituto superiore di sanitàEpicentro.

L’Istituto Spallanzani (INMI) rende noto un bollettino medico alle ore 12 circa di ogni giorno sui casi confermati in Italia e sui test dei contatti monitorati.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized